giovedì 28 gennaio 2010

Eagle Twin: The Unkindness Of Crows


Se non avessi maturato un’esperienza ormai ventennale (!) come utente musicale, molto probabilmente The Unkindness of Crows mi avrebbe sorpreso. L’esordio degli Eagle Twin potrà sorprendere chi si è accostato da poco alla grande famiglia della Southern Lord grazie al successo dei Sunn O))). Sorprenderà i novizi, ma non le orecchie allenate. Questo non vuole essere assolutamente un giudizio negativo poiché stiamo parlando di un disco di buon livello. Considerando, però, che la mente del gruppo, Gentry Densley, arriva da un passato ormai assurto allo stato di mito grazie al ruolo giocato dalla sua precedente creatura gli Iceburn, forse ci si aspettava qualcosa di più “avanti”. Ma è sempre così: difficilmente il risultato soddisfa le attese. E molte volte (forse troppe) le attese diventano pretese che non è possibile accontentare. Ci si aspetta troppo, di tutto e di più. Così si rischia, come probabilmente sta capitando al sottoscritto con gli Eagle Twin, di bollare un buon disco come “normale”, senza infamia ma anche senza lode e che non sembra possedere quella scintilla che lo possa elevare a uno status superiore. Avrei bisogno di un paio d’orecchie nuove. Vergini. Dovrei resettare la mia memoria musicale, forse solo così riuscirei a trovare nuova soddisfazione nella musica degli anni zero, una decade che regalato ben pochi scossoni. Ma questo è un problema mio.
Sto invecchiando, inizio un discorso e poi divago perdendomi in elucubrazioni interessanti quanto un servizio di Rosanna Cancellieri sulle nuove tendenze della moda prêt-à-porter.
Il punto è che il gruppo di Salt Lake City ci offre un minestrone fatto di primi Cathedral (quelli più lenti e sulfurei), Neurosis e i semprepiùcitatiemoltevolteasproposito Sunn O))). Suonato bene e delirante al punto giusto (l’angosciante voce di Densley di palese derivazione blues è usata e modulata come uno strumento aggiunto) e non noioso se si è nel corretto stato emotivo per ascoltare l’opprimente e ansiogena cattiveria dei corvi. Roba di classe e fatta bene, ma se nella mia cameretta fanno bella mostra di sé le discografie dei Neurosis, dei Cathedral e dei Sunn O))), The Unkindness of Crows è necessario?

Forse sì, per avere tre gruppi in un solo disco. Volete mettere il risparmio di tempo?

http://www.southernlord.com/band_EAG.php
http://www.myspace.com/eagletwin

Nessun commento:

Posta un commento