Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2014

Dean Koontz: quattro romanzi e una conferma.

Immagine
Le Lacrime Del Drago.
Connie Gulliver e Harry Lyon sono una coppia ben assortita di poliziotti californiani. Dopo una sparatoria in un ristorante si ritrovano alle prese con un serial killer dagli sconfinati poteri paranormali: può fermare il tempo e riesce a creare dalla sabbia golem assassini. A peggiorare la situazione da incubo, uno stranissimo, mostruoso essere chiamato Ticktock ha predetto che Harry ha solo sedici ore di vita.




Incubi.
Melanie è ormai sparita da sei anni quando sua madre Laura, che ha sempre sospettato dell'ex marito Dylan - anch'egli svanito nel nulla - , viene condotta dalla polizia sul luogo di una strage. La donna identifica il corpo di Dylan, uno scienziato dedito a misteriosi studi, come si legge nel suo folle diario. Ma è il suo laboratorio a svelare molti segreti: lì dentro la piccola è stata segregata e sottoposta ad allucinanti esperimenti. Poco dopo, la bambina viene ritrovata in stato di choc, ma il suo incubo non è ancora finito...


Il Luo…

L'inquietante Caso di Eugene Goostman.

Immagine
Avvertenza:
Questo è un post puramente speculativo. Si ipotizzano scenari futuri sulla base di notizie ancora non confermate e che, anche in caso affermativo, molto probabilmente non cambieranno la nostra vita per i prossimi cinquanta ma facciamo anche cento, anni.
Forse non la cambieranno mai.
Ma come tutti i bravi nerd sanno, immaginare ipotetici futuri è sempre divertente. Quello che segue è, a mio parere, un argomento inquietante e a suo modo affascinante.

Nei giorni scorsi sono uscite alcune notizie interessanti.
La prima in ordine cronologico è questa:

I militari statunitensi hanno iniziato a studiare il modo d'inserire morale ed etica nelle macchine.
E allora? Direte voi.
Sembra una bazzecola ma come ogni appassionato di fantascienza sa bene, questi studi manderanno al macero le famose tre + 1 leggi della robotica formulate all'inizio degli anni quaranta da Isaac Asimov e che, fino ad ora, sono state considerate come un assioma inconfutabile.

Le leggi della robotica enunci…

Videografia Degli Ok Go.

Immagine
Gli Ok Go, gruppo di rock alternativo (a che?) statunitense (si sono formati nel 98 a Chicago), molto probabilmente in un futuro lontano lontano non saranno ricordati per la loro musica, piacevole ma nulla più.
Saranno ricordati per i videoclip.
Semplici e stupendi.
Tempo fa, lamentavo una cronica mancanza di originalità e fantasia nei video musicali: ne vengono prodotti un'infinità ma pochi si salvano.
I video degli Ok Go rientrano tutti in questa categoria. Sono semplici, molte volte sono costati una manciata di dollari, ma al tempo stesso riescono a essere divertenti e a tratti geniali.
Dai famosi tapis roulant del primo fulminante video Here It Goes Again, all'ultimo stupendo gioco d'illusioni ottiche e prospettive di The Writing's On The Wall, uscito da poco, il percorso visuale degli Ok Go si snoda attraverso giochi psichedelici, animazione passo uno, rally sonori (nel vero senso della parola), l'immortale crash domino e le ridicole e divertenti coreografie …

Ipse Dixit XI

A voi Ipse Dixit la rubrica delle citazioni puntuale come un regionale di Trenitalia.
Si apre alla grande: c'è gente che ha visto un ebook cadere! Ho sempre pensato che a forza di annusare la carta poi si cade preda di allucinazioni. Ora ho la conferma.
Ma queste sono quisquilie di fronte al dramma di chi non riesce a campare con una misera pensioncina di quattromila euri mensili.
C'è gente brutta in circolazione.
Enjoy!

"Se un ebook cade si può rompere, un libro no"
Uno dei tanti saggi presenti su Facebook...

"È stato un errore credere che sarebbe stato possibile arrivare prima al 51% dei voti e poi cambiare l’Italia. Non c’è nessuna possibilità fisiologica che questo succeda in un Paese dove una grande parte della popolazione vive di clientele, evasione fiscale, raccomandazioni, assistenzialismo, e dove il 75% della popolazione non arriva a leggere due libri all’anno…"
Jacopo Fo.

"So poi che per molti il mio coach J-Ax rappresenta un mondo distante ann…

Isabel Franc e Susanna Martín: Alice nel mondo reale

Immagine
Una graphic novel che narra in prima persona l’esperienza dell’autrice, Isabel Franc, colpita da un tumore al seno. La donna racconta in modo ironico e intelligente, mediante il personaggio di Alice, come ha scoperto e superato la malattia, grazie anche al supporto morale e alla perseveranza delle sue amiche.

L'ironia non è superficialità. L'ironia, se usata bene, è un'arma, valida sia per l'attacco sia per la difesa. E' uno scudo che può aiutare a superare anche i momenti più bui. O, almeno, a renderli più tollerabili. E' questo che emerge dalla lettura di Alice Nel Mondo Reale, una graphic novel scritta da Isabel Franc e disegnata da Susanna Martín, che racconta i difficili momenti che l'autrice ha dovuto affrontare dopo la scoperta di essere affetta da un cancro al seno. Una brutta avventura conclusasi fortunatamente con un lieto fine.
Dalla scoperta della malattia, inizia un vero e proprio calvario: operazioni, sedute di chemio e radio terapia, psicana…