Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2011

L'ultima delle Liriche Esplicite

Ultimo appuntamento con Liriche Esplicite. La rubrica, così com’è, muore e dalle sue ceneri nasce un’altra cosa (al momento il suo status è ancora a livello di ”cosa”) che spero piaccia. A breve ne saprete di più.
Il titolo di questo post dovrebbe essere: Quel Piacevole Passatempo Del Farsi Le Pippe a Vicenda ai Tempi del Web 2.0. No, non parlo degli atti di onanismo di gruppo, che tra l’altro ritengo siano una cosa tristissima, ma di quell’abitudine (tutta Italiana?) di “fare unione” e incensarsi a vicenda. Una gara a chi fa più complimenti che sembra espandersi a macchia (!) d’olio per il web. E non sto parlando solo dei blog (meriterebbero un discorso più approfondito) ma soprattutto del cosiddetto Fandom. Ovvero della sottocultura formata dalla comunità di appassionati che condividono un interesse comune in un qualche fenomeno culturale, come un hobby, un autore, un genere cinematografico o una moda. (Non sono parole mie, sono un asino pigro e mi limito a scopiazzare da wikipedia).…

David Moody: Il Virus Dell'Odio

Immagine
Odierò se potrò, altrimenti amerò, controvoglia” ha scritto il poeta Ovidio, sottolineando il nesso tra due sentimenti solo all’apparenza discordanti. Ventun secoli dopo, l’inglese David Moody approfondisce il tema in chiave fantascientifica, descrivendo l’azione del primo virus della violenza selettiva. Il letale agente patogeno scatena la ferocia di metà della razza umana contro l’altra metà: salvarsi sarà difficile, salvare la civiltà un’impresa disperata al cui confronto 28 giorni dopo (il film) sembrerà un picnic in famiglia.
I diritti cinematografici di questo romanzo sono già stati opzionati da Guillermo Del Toro per un grande film Universal.




Un titolo sicuramente destinato alla defunta Epix viene riciclato su Urania, anche se non è strettamente legato alla fantascienza perché siamo su di un territorio più orrorifico che fantastico/fantascientifico. Poco male. Ormai Urania langue impantanata nella paludosa mediocrità che affligge un po' tutti i settori della letteratura di g…