Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2010

Pillole Di Fumetto III: Dylan Dog Speciale n.24 Il Santuario

Immagine
Su di un’isoletta, non distante dal luogo in cui Dylan Dog ha detto addio al suo vecchio amico Birdy, alcuni testimoni dichiarano di aver visto un misterioso “uomo uccello” alla guida di un esercito di volatili. Per l’Old Boy svelare la verità su questa storia è una questione personale che lo porterà nel mezzo di una sanguinosa guerra.


Quello che segue non è una recensione ma un appello: c'è la crisi, risparmiate 4 euro e 80 centesimi
Se nell'intimo nutrivo ancora dei piccoli dubbi sulla mia idiosincrasia nei confronti di Paola Barbato come sceneggiatrice/scrittrice, quest’albo li ha definitivamente fagocitati e fatti sparire. Storiella scialba che, a tratti, sconfina nell'involontariamente ridicolo come l'uccellino simile al Woodstock dei Peanuts nella tasca della giacca di Dylan, che prende fuoco e si trasforma in una fenice. Roba più adatta alla Pimpa che non all'indagatore dell'incubo; che alla Bonelli stiano cercando di abbassare il target di età dei lettori…

Senza Parole e Senza Fiato. Questo è IL Disco Dell'Anno

Sono anni che vado affermando che i Crippled Black Phoenix sono di un altro pianeta. Tre dischi in tre anni, uno più bello dell'altro. E questo I, Vigilante.....ragazzi, erano eoni che non mi esaltavo così tanto per un disco. E adesso continuate ad ignorarli se ci riuscite!
P.S. Nell'anteprima non c'è la canzone nascosta Burning Bridges, pop folk alla Abba (sì proprio quegli Abba) che è da non credersi.....




Hands Of Orlac

Immagine
Gli Hands Of Orlac fanno del mistero la loro bandiera.
Un mistero che avvolge, e incupisce ancor di più il fascino che esercita questo gruppo doom che più doom non si può.
I quattro romani, G (voce e flauto), F (basso), S (chitarra) and V (batteria), prendono il nome da Orlacs Hände, un film muto austriaco del 1924 appartenente al filone Espressionista divenuto ormai un culto in ambito horror.
Il loro suono ricalca lo stile classico del doom, primi Black Sabbath, Electric Wizard e le acidità dei Pentagram, ma l'utilizzo del flauto e della voce femminile proiettano i nostri in zona Blood Ceremony e, oserei aggiungere, Jex Thoth.
All'attivo hanno solo un demo, Vengeance From The Grave registrato nel 2010 e ascoltabile sul myspace del gruppo. Fino a poco tempo fa era reperibile solo su cassetta (cosa che ultimamente va molto di moda e mi ha costretto a rispolverare il vecchio registratore), ma da un mesetto lo si trova anche su cd. Stategli dietro perché il doom acido degli Hands…

Lovecrafteria VI

Questa volta parliamo di E-books.
Iniziamo con i sempiterni Fungi From Yuggoth, i sonetti scritti da Lovecraft tra il 1929 e il 1930. Su questo sito trovate tutta la raccolta dei 36 sonetti nei principali formati (PDF, Kindle, ePub).

L'influenza di H.P.Lovecraft sul mondo ludico di Matteo Poropat è un breve saggio  che esplora le influenze di Howard Phillips Lovecraft sul mondo dei giochi. L'opera è stata pubblicata nel 2007 sulla rivista Necro della Cagliostro ePress e nel 2010, in una versione solo testo, sulla rivista Studi Lovecraftiani della Dagon Press. Dopo essere stato integrato e completato da immagini e illustrazioni dei giochi "lovecraftiani" di cui tratta, il saggio è disponibile in questa nuova versione, scaricabile gratuitamente qui oppure acquistabile tramite il servizio di print-on-demand qui.
In appendice un articolo di Pietro Guarriello (direttore della Dagon Press) H.P.Lovecraft - Il personaggio che nacque dopo la sua morte.

A metà tra l’omaggio e il…