venerdì 18 febbraio 2011

Settimana Di Lutto Musicale: Quarto Giorno

Sono riuscito a vedere tutto Benigni al Festival di Sanremo. Segno che è stato meno noioso del solito. E un paio di battute, tra le poche che gli hanno concesso di fare, mi hanno anche divertito. Il resto, vabbè, il solito Benigni barocco ed esagerato, ma ripeto, meno noioso di quando si esalta con Dante.
Gli italiani, da oggi, conoscono una parola nuova: esegesi. Chissà in che percentuale ne conoscono il significato.

Ancora un paio di giorni e la triste settimana sanremese giungerà alla fine. Per ricordarvi che in circolazione esiste ancora della bella musica vi consiglio di scaricare (è gratis ed è legale) questo disco degli svedesi The Goner:



2 commenti:

  1. Cazzo...io esegesi me la sono subito giocata in una conversazione ! :-)
    Non farmi sentire come l'italiano tipo. :-)

    In realtà non ho ancora visto Benigni, di cui sono un grandissimo fan.

    Ne ho letto bene. Appena riuscirò ad avere un'ora libera me lo cerco su youtube.

    RispondiElimina
  2. Ho amato il Benigni degli esordi, dissacratorio e pungente. Quello odierno è un risciacquo all'acqua di rose. L'intervento al Festival l'ho trovato SCANDALOSO: l'esaltazione del martirio e un'analisi storica da far drizzare i capelli. La storia che ha raccontato Benigni non esiste, o meglio, è la bandiera sotto le quali nascondere le reali motivazioni dell' unità d'Italia (meri motivi economici e di espansione) e sulle sue conseguenze (campi di concentramento e sfruttamento dissennato delle risorse del sud)

    RispondiElimina