venerdì 25 febbraio 2011

Liriche Esplicite: Chi Ben Incomincia...

A grande richiesta torna la rubrica di Atanasio Eriberto Sgretoloni. Dopo un periodo di auto-esilio dal mondo è tornato.
Ed è più incazzato di prima.

Sono stato per oltre un anno all'estero, in una piccola isoletta. Lavoravo, andavo in barca, pescavo e facevo lunghe camminate.
Notizie dall'Italia poche e frammentarie. Non avevo né tv né pc. Solo tanti libri e tanta musica. Niente smog, niente fracasso. Un paradiso. Sono ringiovanito di vent'anni. Appena ho messo piede in Italia, sono invecchiato di quaranta.

Stamane faccio un giro sulle pagine web dei principali quotidiani nazionali e m'imbatto in questo articolo:
IL CASO: IN UNA CLASSE PRIMARIA DELLA VAL DI SUSA
Bimbo bestemmia e le maestre gli fanno lavare la bocca col sapone: denunciate
La preside e gli altri genitori difendono le insegnanti. Ma l'osservatorio sui minori: «È Medioevo»

Poi leggo i commenti dei lettori:

hanno fatto benissimo!
una volta si abusava troppo dei piccoli allievi, oggi mi pare che si stia cadendo nell'eccesso opposto. ed è anche questo un male.


ha 8 anni e bestemmia
e i genitori denunciano gli insegnanti ...

oltre al lavaggio con il sapone ,proporrei anche qualche vergatina sulle manine, come fanno ancora in certi collegiinglesi

Il bimbo avrebbe potuto imparare una lezione
Se non fosse stato per la reazione scomposta della famiglia, al piccolo sarebbe passata l'abitudine di dire parolacce. Oltretutto non è un linguaggio adatto a un bambino. I genitori potevano abbozzare e rallegrarsi che il figlio fosse migliorato almeno un po'.


sarebbe ora
Le punizioni corporali non sono il mezzo per raggiungere il fine educativo, ma a volte servono! Ho 50 anni e di sberle ne ho prese dai miei genitori e qualche bacchettata anche dalla maestra, ma hanno fatto bene. Non sono cresciuto con traumi ma con il senso civico del rispetto nei confronti degli altri e anche nel rispetto delle idee altrui; certo non é giusto picchiare senza ragione, ma qualche volta una sterzata ben fatta al momento giusto educa più di tante belle parole!


Medioevo?
Tornasse... E, davvero: cene fossero di maestre cosi'... ma ci rendiamo conto che banda di rammolliti di figlili stiamo tirando su? (Detto da un babbo).


Il medioevo degli ignoranti
Se gli ignoranti finissero di utilizzare la categoria del "Medioevo" per indicare tutte le cretinerie e le nefandezze dell'epoca contemporanea, forse potremmo iniziare a ragionare un po' sui problemi veri che ci riguardano da vicino.


Chi tutela gli altri bambini?
Nessuno pensa ai problemi causati agli altri bambini? Per vivere in una comunità è necessario avere un comportamento consono, parolacce, bestemmie e violenza non possono essere tollerati a scuola. Si turbano gli altri bimbi! Sono d'accordo nel sanzionare l'eccesso di punizione, non certo nel tolelrare comportamenti antisociali e lesivi dei diritti degli altri bambini.


Ce ne fossero di maestre così
A queste maestre dovrebbe dare la medaglia del lavoro. Il compito di una maestra è EDUCARE ! La bestemmia non è libertà di espressione, ma offesa illecita oltre che pessima presentazione di se stessi e mancanza di rispetto per gli altri. Lavare la bocca col sapone è "igienico"......mica hanno usato il vetriolo. certe mamme sono il danno e la vergogna di questa società malata di volgarità e inciviltà!! Brave Maestre avete solo fatto il vostro dovere.

Ho voglia di tornare sulla mia isoletta....
Questo è il link alla pagina del Corriere Della Sera.

3 commenti:

  1. E si. Quando leggi certe notizie pensi "mamma mia che gente.Questi sono pazzi !"
    Poi leggi i commenti. E ti viene il dubbio di essere tu il pazzo....

    RispondiElimina
  2. Bè se così è, sono contento di essere pazzo! Anche se penso (o spero) che la maggioranza silenziosa non approvi simili comportamenti. I polemisti e i facinorosi bisognosi di una vetrina sono sempre in prima linea.

    RispondiElimina
  3. Le cose vuote fanno sempre più rumore.
    Speriamo che sia così. Sigh !

    RispondiElimina