giovedì 13 febbraio 2014

Ipse Dixit VII

Inesorabile nella sua cadenza quindicinale, con un doveroso omaggio a due grandi personaggi che molto hanno dato alla cultura italiana e che, sicuramente, meritavano molto di più di ciò che hanno raccolto.

“Un giorno, poco prima della scadenza, quando mi lamentavo che i miei romanzi non si trovavano in libreria, Antonio Riccardi mi disse: insomma, te lo dico fuori dai denti, gli italiani non vogliono i tuoi libri. Mai mi è stato fatto un complimento più grande e meritato”.
Aldo Busi.

“Diciamo le cose come stanno: non è divertente… ma sarebbe meno divertente se morissi. Mi sono reso conto che mi svegliavo in mezzo al vomito di altra gente di cui nemmeno mi ricordavo. E’ un po’ troppo. Non dico di non divertirsi o di non tirare una riga di tanto in tanto, ma non fate di questo la vostra vita. […] La morte è inevitabile, giusto? Te ne rendi conto quando arrivi alla mia età. Non mi fa paura. Sono pronto e quando me ne vado, voglio che succeda mentre faccio quello che so fare meglio. Se morissi domani, non mi lamenterei. E’ stato bello”.
Lemmy. 

“Secondo me Madonna mi copia”
“Anche Lady Gaga!”
Loredana Bertè e Barbara d'Urso.

“E il dramma è che Littizzetto e Fabio rappresentano l’eccellenza della televisione italiana. Pensa il resto, porca paletta.”
Domenico Naso su Il Fatto Quotidiano.

“Questo viaggio in Spagna è sicuramente finanziato coi soldi degli inglesi che pagano le tasse e sappiamo bene che la stampa inglese è obbligata a difendere e ripulire ogni cattivo comportamento della famiglia reale - indipendentemente da quanto sia meschino o ipocrita. Ma i più razionali tra noi - quelli che non sono mai autorizzati a parlare - sono intelligenti abbastanza da capire che le specie in pericolo sono in estinzione a causa di gente come William e Harry e, per questo fatto, possiamo solo pregare Dio che si sparino in faccia con le loro armi da caccia.”
Il Principe William va a caccia e Morrisey non perdona!

“Trovo insopportabile il fatto che se non sei d’accordo con un altro essere umano e ti sta sul cavolo, allora devi buttar merda su tutto anche sulle cose buone che ha fatto!”
Jacopo Fo

Purtroppo, questa settimana abbiamo perso due Grandi:

“Dopo l’attentato che subii nel 1979 dai terroristi delle Brigate Rosse, da cui uscii vivo grazie ai Carabinieri che mi vennero in soccorso, ho compreso che nella vita non va mai sprecata la possibilità di dare spazio ai sentimenti, di accoglierli, di coltivarli: questa è la vera forza di un uomo.” 
Franco Piccinelli.

“Non c'è gusto in Italia a essere intelligenti.”
Roberto “Freak” Antoni.

Nessun commento:

Posta un commento