martedì 9 settembre 2014

Maratonine Letterarie.

Dopo aver portato a termine la lettura di tutti i romanzi di Dean Koontz che avevo lasciato accumulare negli anni (signori, qui si parla di decenni di arretrati, roba comprata negli anni novanta e lasciata barricare bene bene), sono partito con la seconda di quelle che, in un exploit di creatività, ho chiamato Maratonine Letterarie, come i più smaliziati tra voi avranno già potuto capire dal titolo del post.
Qualcuno si starà chiedendo di cosa diavolo io stia parlando: in soldoni si tratta di leggere più romanzi dello stesso autore uno di seguito all'altro senza pause, via uno dentro l'altro. Il minimo sindacale per essere definita Maratona è di tre romanzi e in questo caso prende il nome di Maratonina. Non esiste un limite massimo. Così, giusto per darmi un tono.
A questo giro rimango in territori legati al thriller, con Steve Berry e i titoli che potete vedere nella foto a fianco.
Il primo, Le Ceneri Di Alessandria è già stato fagocitato lo scorso fine settimana, insieme alle prime cinquanta pagine de La Tomba di Ghiaccio. Il fisico sembra reggere e il morale è alto.
Sistemata la questione Berry dovrò vedermela con i cinque pezzi di James Rollins (fotina a sinistra). Sempre di thriller si tratta ma un filino più avventuroso. Penso che dopo quest'abbuffata di genere mi darò al romance.

Questa è solo una piccola parte della caterva (si può dire?) di libri da smaltire e non devo pensare a quanti sono quelli che stanno prendendo polvere nel Kindle. Perché sì, anche nel Kindle entra la polvere. Ma questa, come si suol dire è un'altra storia che, forse, un giorno vi racconterò.
Ah, dimenticavo! Naturalmente per la Maratona ci dev'essere un tempo limite, mica ci puoi mettere tutto il tempo che vuoi, sarebbe troppo comodo. Questo giro scadrà il 31 ottobre. Otto Romanzi in due mesi. Una passeggiata.
Forse.

2 commenti:

  1. Accidenti! Tutti i romanzi di Rollins in un colpo solo?
    Sei il mio nuovo eroe!

    RispondiElimina
  2. Grazie! Non sono proprio tutti, ma direi che è un buon numero per iniziare a conoscerlo.

    RispondiElimina