lunedì 17 novembre 2014

Ipse Dixit XV

Il Rock è morto per l'ennesima volta (ma anche basta, adesso), i video musicali (brutti) costano un pacco e la fiction italica è in caduta libera senza paracadute. L'ultimo U2 è come l'imbarazzo che ti assale in un ascensore pieno di gente quando proprio non riesci a trattenerti. E se lo spettacolo è piazzato così figuriamoci il resto...


“Sembra che questi cazzo di registi debbano fare Guerra e pace - e invece è un video da tre minuti!”
Ozzy Osbourne perplesso di fronte agli onerosi costi dei video promozionali.

“Le classifiche sono guaste. Non misurano ciò che le persone stanno ascoltando e non misurano la passione della gente per la musica. Esse indicano il desiderio delle persone oneste a pagare per la musica e dovrebbero essere rispettati per questo. Ma questa è solo una piccola parte delle persone che ascoltano la musica.”
Bono.

“Il nuovo album degli U2? L'ho ascoltato una volta, mi pare orwelliano, estremo come 1984: suona un po' come una scoreggia.” 
Taylor Hawkins (Foo Fighters).

“Ci sono migliaia di cittadini che come Corona marciscono in carcere, in condizioni pietose, ma per loro non c’è la parata di vip. Si migliorino le condizioni di tutti e ci si batta per questo, se davvero si ha a cuore la faccenda.”
Maddalena Balacco.

“Il rock'n'roll è morto. Ti farò una domanda, e decidi tu, ok? Dal 1958 al 1988, e sono 30 anni, puoi nominare centinaia e centinaia di gruppi e musicisti di rock, ormai classici. Ok? Ho Elvis Presley, i Beatles, i Rolling Stones, Jimi Hendrix, i Led Zeppelin... e via andare. Anche la Motovwn, Madonna, Prince, Michael Jackson. Dal 1988 ad oggi, dammene solo 5. Non puoi nominarli. Icone? No. Nessuno. Come mai? È stato facile con Elvis, i Beatles..
Credo che si riduca tutto a quando la tecnologia supera le leggi del territorio, è come il West: le persone vanno a prendersi la terra e non pagano per essa. Svaluta le nuove band. Non riguarda me, io mi guadagno da vivere, ma è triste, perché i nuovi Beatles o i nuovi Kiss non hanno possibilità.”
Gene Simmons.

“Il nuovo dei Pink Floyd è il disco più noioso che abbia mai sentito in vita mia. Non mi sono annoiato tanto manco guardando i film La talpa, All Is Lost e La corazzata Potëmkin CONTEMPORANEAMENTE.”
Marco "Cannibal Kid" Goi.

“Quando in una fiction italiana, nel mese di novembre dell’anno 2014, c’è ancora chi scrive «Non è come credi!», è perché ha dimenticato uscendo il senso del mestiere.
Non basta citare Liala, Ugo Pagliai o Simone de Beauvoir per creare un clima, un retrogusto, un trampolino emotivo: ci vuole anche rispetto per chi segue da casa.”
Riccardo Bocca.

“Penso, un po’ divertito, che tutti stiano sempre a lamentarsi della vendita dei dischi e del download illegale. Non me ne frega niente di tutto ciò. Infatti, è divertente che il fatto che nessuno compra dischi non m’importi. In realtà sento come se questa cosa mi avesse liberato. Non ho mai fatto niente per vendere dischi, di per sè, ma quando ti scrolli di dosso quella pressione al 100%, ti posso giurare che diventi più creativo, perchè la cosa non ti preoccupa più. Questo è davvero il mio caso, sono felice di dare via la mia musica gratis. Non mi interessa. Voglio solo fare musica, suonarla, scatenarmi e credo che questa sia la nuova atmosfera. Sento un sacco di musicisti piangerci su, ma per quanto mi riguarda, la cosa mi ha dato nuova energia.”
Rob Zombie.

“Perché al di là dell’impraticabilità del campo -ossia della missione impossibile di rivalutare la musica di Reitano- resta il fatto che la sua figura è molto, ma molto più onesta di certi cantautori dall’aria saputa che circolavano in quegli anni.
Gente che, a ben guardare, spesso si è limitata all’impegno verbale, mai sfociato in comportamenti adeguati alle strofe.”
Riccardo Bocca.

“Da un certo mondo sono stata sempre percepita e guardata come la puttana che porti in giro di notte e di giorno sei costretto a nascondere. Negli anni ho capito quanto fossero snob e bigotti i presunti rappresentanti della sinistra italiana. Non è bastato neanche che rinunciassi ai nove miliardi che mi offriva Berlusconi. Non è cambiato niente. La verità è che non mi hanno perdonato di aver scaldato gli istinti più bassi degli intellettuali. Quelli perdevano la testa e i censori con la puzza sotto il naso insorgevano. Oggi Berlusconi e la sinistra governano insieme. Se l’avessi saputo, Mortacci loro.”
Alba Parietti.

2 commenti:

  1. Bellissime- in maniera diversa- le citazioni di Ozzy, di Gene Simmons e anche della Parietti.
    Mi spiego meglio sulla Parietti: nella sua cafonaggine ha espresso il parere di molte persone come me che per anni sono stati di Sinistra.

    RispondiElimina
  2. La Parietti è tutt'altro che stupida. E' una persona intelligente che ha fatto del "cafonal" un mestiere. Ha capito come funziona il mondo dello spettacolo e sta al gioco. Sulla sinistra mi limito ad una prece alla memoria. Ormai è assodato il ritorno in pompa magna della Dc...

    RispondiElimina