mercoledì 28 ottobre 2015

Aspettando Il Grande Cocomero: Paul Roland, Happy Families.

Chi lo conosce, definisce Paul Roland come un eccentrico gentiluomo nato nel secolo sbagliato. Basta ascoltare la sua musica per avvalorare questa opinione. I toni pacati, quasi sussurrati di questo menestrello gotico che gioca con il macabro e lo humour nero, fanno a pugni con i toni sopra le righe, quasi urlati che sono di moda in questi caotici anni.
Forse è anche per questo motivo che molti (troppi) non conoscono Paul Roland. Troppo gentile ed educato per questi tempi.
Musicista, saggista e giornalista, la sua carriera, iniziata nel 1979, vanta un corposo numero di dischi e libri quasi tutti dedicati al mondo dell'occulto e della letteratura di genere. La sua peculiare produzione musicale parte dallo stile psichedelico dei primissimi Pink Floyd (quelli di The Piper At The Gates Of Dawn) ma passa anche per il folk, e il pop rock. Tutti generi che lui avvolge con testi colmi di riferimenti letterari, omaggi alle opere di Lovecraft e Poe e di nera ironia, a tratti anche acida.
La canzone Happy Families è uno degli esempi più illustri. Non fa parte di nessun album ufficiale e non è uscita neppure come singolo. Si trova solamente, insieme ad altre perle, nella raccolta A Cabinet Of Curiosities/Happy Families.

L'orecchiabile melodia pop di questa canzone diventa quasi un ossimoro con l'ironia nera di un testo che descrive una drastica soluzione a tutti quei piccoli fastidi quotidiani che ci possono essere in una famiglia tradizionale. Una macabra filastrocca che trova il suo apice geniale nel verso Mia sorella si esercitava al pianoforte, si esercitava giorno e notte. Poi le ho fatto quello che lei ha fatto a Beethoven.



Happy Families

Father's pruning the roses
the noise it gets me down
But a snip, snip, snip of the sharp shears
and he's planted underground.
Mother knits in the parlour
needles click something cruel
Now Mummy's wrapped in the armchair
from head to foot in wool. 




Quiet please, you know I'm nervy.
What's my plea? Why, it's 'Not Guilty'.
I'm not wicked, loved my family. 
I just wanted a little peace and quiet. 



Brother bought a Bugatti
when it starts the whole house shakes
But soon he'll be off on a long run
non-stop 'cause I fixed his breakes.
Sister practised piano
she practised night and day
Then I did what she did to Beethoven
but in a quite ingenious way.
Uncle slept in the study
it's true he used to snore
But I haven't heard him lately 
as he sleeps beneath the floor.
Aunty Bertha is quiet
she hadn't done a thing, still
I stuffed her in the dryer
'cause I'd promised her a spin.
Famiglie Felici

Papà sta potando le rose
quel rumore mi deprime
Ma con uno, snip, snip, snip delle cesoie affilate
è piantato sottoterra.
Mamma fa la maglia in salotto
il click dei ferri da maglia è qualcosa di crudele
Adesso la mamma è avvolta in poltrona
dalla testa ai piedi nella lana. 

Silenzio, per favore, lo sapete che sono nervoso.
Qual è il mio appello? Perché,  è 'Non colpevole'
Io non sono cattivo, amo la mia famiglia.
Volevo solo un po' di pace e tranquillità.

Mio fratello ha comprato una Bugatti
quando l’accende trema tutta la casa
Ma ben presto starà fuori per un lungo periodo 
ininterrotto perché ho truccato i freni. 
Mia sorella si esercitava al pianoforte
si esercitava giorno e notte
Poi le ho fatto quello che lei ha fatto a Beethoven
ma in modo abbastanza ingegnoso. 
Lo zio dormiva nello studio
è vero era solito russare
Ma ultimamente non l'ho più sentito 
Da quando dorme sotto il pavimento. 
Zietta Bertha è tranquilla
lei non aveva fatto nulla, ancora
L'ho infilata nell’asciugatrice
perché le avevo promesso di farle fare un giro.







2 commenti:

  1. Faccio parte dei molti (troppi) :P
    Il brano è fantastico XD vorrei anche io risolvere certe problematiche famigliari in modo così pacato XD

    Lo recupero sicuramente e grazie per avercene parlato ^^

    RispondiElimina
  2. Sarebbe un'ottima soluzione, peccato per gli effetti collaterali! :-)

    Ho scoperto Paul Roland per puro caso. Stavo cercando materiale su Lovecraft e mi sono imbattuto in un suo disco (Re-Animator). E' stato amore a prima vista! A Cabinet è una raccolta acustica un po' barocca ma piacevole. Ma nella sua discografia trovi un po' di tutto. Ad esempio Bates Motel è molto pop, ma sempre con un taglio macabro/ironico che è un vero e proprio marchio di fabbrica. Se fai un giro su you tube potrai farti un'idea migliore.


    Grazie a te per essere stata da queste parti :-)

    RispondiElimina