lunedì 9 novembre 2015

Agitato, non mescolato: gli anni novanta.

Non si esce vivi dagli anni ottanta, ebbe a dire qualcuno molto tempo fa. James Bond ne esce vivo ma non se la passa molto bene. La pausa è necessaria per lasciare decantare e poi rinfrancare un marchio che forse ha detto già tutto quello che aveva da dire.
Ma si sa, la storia è fatta di corsi e ricorsi, in cui nulla si crea e nulla si distrugge ma tutto si trasforma e il cinema non è immune da questa legge. Pierce Brosnan è annunciato a suon di fanfare e tamburini. Per rendere il tutto ancora più faraonico, accorrono a comporre la canzone d'apertura di GoldenEye (GoldenEye) che esce nel 1995, Bono, The Edge e Nellee Hooper (che ha all'attivo collaborazioni con Madonna, Massive Attack e Bjork). Come se tutto ciò non bastasse, ecco che dietro al microfono spunta Tina Turner per un pezzo (GoldenEye) che fonde tradizione, la voce della Turner, e modernità, gli arrangiamenti tipicamente anni novanta. Risultato spiazzante: un 10° posto nella classifica UK e un 102° posto negli Usa.
La lunga pausa sembra aver fatto bene al nostro Bond che torna a conquistare il pubblico (ma non il sottoscritto) così due anni dopo, nel 1997 esce Il Domani Non Muore Mai (Tomorrow Never Dies). L'omonima canzone è composta e cantata dal Sheryl Crow che anche in questo caso non si discosta dal classico che più classico non si può. Un motivetto caruccio che guadagna un 12° posto nelle classifiche inglesi.
Gli anni novanta si concludono con Il Mondo Non Basta (The World Is Not Enough) che esce nel 1999 con i Garbage al timone dell'omonimo pezzo d'apertura.
A titolo di chi scrive si tratta della migliore del lotto; 11° Posto in terra d'Albione.
Il decennio che (non) sarà divorato dal Millennium Bug può essere considerato per 007 come interlocutorio. Dal lato delle trame si abbandona il realismo dei film con Timothy Dalton per tornare al festoso baraccone di Roger Moore. Pierce bellicapelli Brosnan avrebbe dovuto essere il giusto medium tra Sean Connery e Moore ma l'unica cosa che gli riesce bene è pettinarsi.
Sì, questo è un giudizio di parte, fazioso e astioso, perché trovo Brosnan Bond simpatico come uno spillo in un occhio.
Dal punto di vista musicale invece i soli tre film usciti nel decennio non osano distaccarsi dagli stilemi bondiani in maniera marcata e, rispetto ai propri predecessori, sembra quasi che abbiano timore a proporre qualche novità. E' palese in GoldenEye, con l'interpretazione della Turner che ricorda molto lo stile di Shirley Bassey nonostante gli arrangiamenti siano lievemente più moderni. E anche i due episodi successivi, invece di abbandonare il sentiero primevo per instradarsi verso nuove visioni sonore rimangono saldamente in carreggiata. Specialmente dai Garbage era lecito aspettarsi qualcosa di molto diverso.
Ma come ho detto più volte, a Bond e alla sua cricca piace stupire e spiazzare e il nuovo millennio porterà la musica di 007 verso insospettabili paesaggi sonori.


I migliori (in questo caso i meno peggio), secondo l'opinabilissima e sindacabilissima opinione di Silverfish Imperetrix
Film: GoldenEye.
Canzone: The World Is Not Enough
Interprete: Shirley Manson (Garbage).
Titoli di Testa: Il Mondo Non Basta.
Battuta:
Bond: Io ti avrei dato il mondo.
Elektra: Il mondo non basta.


Prossimamente, riuscirà il nostro eroe a sopravvivere al Millennium Bug? Gli anni 00.






7 commenti:

  1. Non è una serie che amo molto anche se li ho visti quasi tutti per vari motivi, devo dire che tra Sean Connery e Craig in mezzo c'è il vuoto, ma è la mia personalissima opinione, forse oltre a questi due salverei anche Timothy Dalton.

    RispondiElimina
  2. Eh, nel 2000 c'è Madonna, no? **
    Di questi mi pare di non averne visto alcuno...

    Moz-

    RispondiElimina
  3. Ricordo il film ma se ripenso alla canzone mi vengono sempre i brividi.. di piacere. Sublime!

    RispondiElimina
  4. Eh i Garbage mi piacciono assai; ovviamente, come hai scritto, questo brano non osa particolarmente, ma la voce della Manson è meravigliosa, come sempre *__*

    RispondiElimina
  5. @Massimiliano: Dalton è stato vituperato da molti ma meritava decisamente di più.
    A me piace molto Roger Moore che a pari merito con Craig è il mio preferito.

    @Miki, eccerto che c'è. Con un gran bel pezzo! :-)
    Questi sono film potabili ma c'è decisamente di meglio

    @Patricia, di quale delle tre? :-)

    @Glò, Shirley Manson è su un piedistallo e lì deve stare! ;-)

    RispondiElimina
  6. Beh, penso anche io che Dalton meritasse di più, probabilmente non è stato aiutato dalle sceneggiature, in particolare da quel disastro che fu "Vendetta privata".
    Te lo ricordi?
    Probabilmente uno dei peggiori film di 007 tout court di tutti i tempi.

    RispondiElimina
  7. Sarò io ad avere dei gusti "particolari" ma Vendetta Privata non mi è dispiaciuto affatto! :-)
    Penso che i peggiori siano gli ultimi di Brosnan, dei baracconi imbarazzanti
    Tutt'altra storia il nuov ciclo con Craig.

    RispondiElimina