giovedì 28 aprile 2016

Sulla Scoperta di Nuove Letture, Romeo e Giulietta e Battute che Non Fanno Ridere.

Prologo.
Erede al trono: «Vorrei leggere un manga, hai qualcosa adatto a me?»
Ci penso. Qualcosa ce l'ho, ma non credo sia consono. Certamente non Berserk e Devilman. Idem per Ken il Guerriero. Rimangono Lupin e Dash Kappei (Gigi la Trottola).
La proposta viene stroncata sul nascere: «Lupin? Non mi piace il cartone animato, non credo che il manga possa piacermi. E l'altro, Gigi la Trottola? Già mi devo sorbire tonnellate di partite di basket alla tele, pure il manga adesso?»
Io: «Guarda che in Dash Kappei, il basket è solo un pretesto, Non è un fumetto sul basket...Ti potrebbe piacere.»
Nulla da fare.
Io: «Ok, uno di questi giorni si va in fumetteria così scegli quello che t'ispira, magari chiediamo anche un suggerimento per qualcosa adatto alla tua età.»

Qualche giorno dopo siamo davanti alla vetrina della fumetteria. Tempo dieci secondi e lo sguardo dell'erede al trono s'illumina.
«Quello! E' un manga che parla di nuoto?»
«Beh, a giudicare dalla copertina...Che fai?»
«Cerco su Internet».
«Ma non possiamo semplicemente entrare e chiedere?»
Lo sguardo che ricevo in cambio mi fa sentire come un Nokia 3310 di fronte a un Galaxy S7.
«Keisuke Yamato, uno studente, giovane promessa del nuoto stile libero e ad Ami Ninomiya, una tuffatrice, di cui Keisuke è innamorato... nuoto e tuffi, prendiamolo!»
«Comunque chiediamo, non si sa mai, potrebbe non andare bene».
«Sembra essere una storia d'amore... posso anche sopportarlo se c'è il nuoto!».
Il pusher è persona fidata e preparata, quindi entriamo e chiediamo lumi.
Lui socchiude gli occhi, regala un mezzo sorriso e fa cenno di sì con la testa. Sembra un vecchio mentore che approva le scelte del suo giovane discepolo. Uno Yoda che ha finalmente ottenuto dal suo protetto ciò che voleva. Tu scelta saggia e giusta fatto hai...
Poi si fionda in vetrina e torna con questo:

«La faccio breve: due ragazzi innamorati che provengono da famiglie che non si possono vedere. Ricorda qualcosa?»
Questa la so: «Romeo e Giulietta».
«Ecco».
«Romeo e Giulietta? Fico, mi è piaciuto».
«Ha già letto Romeo e Giulietta, alla sua età?».
«Non l'originale naturalmente. Una versione adattata...»
«Bè allora se le è piaciuto le piacerà anche questo. E' un gioiellino, a mio avviso uno dei migliori lavori di Adachi».
Da colpevolmente ignorante in materia manga, non ho la più pallida idea di chi sia Adachi. Il mio sguardo penso dica tutto.
Faccio cenno di no con la testa, quindi mi limito ad un sonoro: «Mi fido».
«La cosa buffa, ma che è sintomatica del nostro paese è che quando Rough è arrivato da noi, sarà stato intorno alla metà degli anni novanta, se l'è filato nessuno. Ho letto da qualche parte che la casa editrice ha pubblicato gli ultimi volumi addirittura in perdita! Poi Adachi ha avuto successo con altri manga e allora boom di richieste di arretrati di Rough. Adesso lo ristampano con un'edizione più bella.»
«Ok, aggiudicato».

La sentenza quindi è favorevole per i motivi che vado qui ad elencare:
1) E' adatto all'erede al trono.
2) Si tratta di volumi abbastanza corposi che la terranno impegnata.
3) Sono solo sei volumi. Evitiamo l'ingresso nel tunnel di saghe infinite.
4) Il prezzo è abbordabile. Scongiurato il salasso alle finanze famigliari.
5) Ispira anche il sottoscritto.

Entrambi soddisfatti, stiamo uscendo dal negozio quando l'erede al trono m'apostrofa preoccupata:
«Aspetta, ma se è come Romeo e Giulietta, so già come va a finire: muoiono tutti!»
Le rispondo, convinto d'essere un gran comico: «Già. Però qui non si avvelenano, ma annegano».
...alcuni secondi di silenzio glaciale...
«Era una battuta?».

4 commenti:

  1. La battuta non era certo il massimo, l'importante però è che l'erede al Trono possa avere un'educazione degna del suo lignaggio.
    In questa veste anche "Rough" fa la sua reale parte.
    Comunque è vero quello che ti ha detto il pusher ( o meglio il fornitore della real Casa), nella sua prima edizione Rough andò in perdita e la Star concluse la serie solo per spirito di servizio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' in piena fase di esplorazione e scoperta. La invidio parecchio, specialmente per l'entusiasmo. Alle mie "battute" ormai è abituata e rassegnagta! ;-)

      Elimina
  2. British humor, altroché XD Non è per tutti, ahahahah!
    Non frequento molto il mondo dei manga, ma riconoscerei quei disegni tra mille, perché sono collegati a due serie anime molto belline, viste - cito soltanto Touch (diventata qui da noi Prendi il mondo e vai).
    Belle cose maneggia l'Erede ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mooolto british. L'erede si sta appassionando, con mio sommo piacere e nonostante le abbia mai imposto nulla, alla lettura e al cinema. Orgoglio a mille!!! :-)
      Intanto mi segno Touch...

      Elimina