giovedì 11 agosto 2016

Spring PlaylUst 2016.

Che cosa faccio a Ferragosto? Semplice, pubblico la playlist lussuriosa delle canzoni più gettonate della scorsa primavera.
Lo so, gettonato non si usa più dal 1987, ma viviamo in un periodo dove tutto quello che è uscito in quegli anni (film, dischi, libri, videogiochi) viene rivalutato anche in modo esagerato e quindi utilizzare termini ormai desueti, ma che si rifanno a quell'epoca, mi sembrava togo.
Il prossimo passo sarebbe il mullet, ma mi manca la materia prima. Vorrà dire che ripiegherò su una giacchetta con spalline a la Robocop.

1) The Stone Roses - All For One.
Sugli Stone Roses non sono lucido, quindi non commento.
2) Banks and Steelz - Giant.
Ma questo pezzo, tamarro forte, è piaciuto solo a me?
3) Blues Pills - Lady In Gold.
Il blues mantiene sempre vivo il suo fascino, se poi è cantato in questo modo...
4) Daggher Moth - Ghost.
Non è musica di facile presa. Ma quando ti prende non ti molla più.
5) Cult Of Luna & Julie Christmas - A Greater Call.
Digerite anche le pietre? Bene, questa è roba per voi.
6) John Carpenter - Distant Dream.
Carpenter, per sua stessa ammissione, non sa suonare. Ma lo fa dannatamente bene.
7) Zakk Wylde - Sleeping Dogs.
Io cerco di continuo, vago per i generi anche i più ostici, ma a volte la semplicità è quella che riesce a sorprendermi.

Come funziona? E' semplice. Se cliccate su play ve la beccate tutta di seguito. Se invece cliccate in alto a sinistra, si aprirà l'elenco di tutti i video inclusi nella playlist e potete scegliere quelli che più vi aggradano.
Sempre che ci sia qualcosa che vi piaccia, naturalmente.


Nessun commento:

Posta un commento